Guida all'Assicurazione sul Mutuo

La guida all'assicurazione sul mutuo

Il mutuo è indubbiamente uno dei più grandi investimenti che si fanno nel corso della vita ed è per questo motivo che in molti casi si decide di proteggerlo con un'assicurazione specifica.

Questa guida è stata studiata appositamente per aiutare a prendere decisioni consapevoli e soprattutto informate su come stipulare un'assicurazione del mutuo che rispecchi le proprie esigenze.

Che cos'è l'assicurazione sul mutuo?

L'assicurazione sul mutuo è il modo per proteggere il pagamento del tuo mutuo dagli imprevisti che possono capitare nella vita come perdita di impiego, ricovero ospedaliero, decesso, invalidità permanente o quant'altro.

A volte può essere richiesta dall'Ente che eroga il mutuo, oppure può essere nell'interesse di chi stipula il mutuo essere tutelato da questo tipo di polizza.

E' obbligatorio l'assicurare il mio mutuo?

Vuoi comprare casa o hai già aperto un mutuo? In Italia, in genere, l'assicurazione del mutuo non è obbligatoria, ma spesso per alcune circostanze capita che, prima di erogare il mutuo o un finanziamento, la tua banca richieda di stipulare una protezione. Il costo di questa copertura potrebbe variare in base alla tua età, alla tua professione, allo stato di salute e dal tuo stile di vita (per esempio se pratichi sport estremi e se sei fumatore o un non fumatore).

Se pensi di rientrare in una di queste categorie o hai dei dubbi consulta la nostra sezione dedicata per capire quando l'assicurazione del mutuo è obbligatoria.

Chi può fare un'assicurazione sul mutuo

Tutti coloro che stanno per accendere un mutuo (sia come mutuatari sia come garanti) o anche coloro che hanno un mutuo in corso e desiderano tutelare sé stessi e i propri cari. Per accedere a un’assicurazione sul mutuo bisogna possedere alcuni requisiti minimi obbligatori che sono:

  • Residenza in Italia;
  • Mutuo o finanziamento contratto in lingua italiana con Ente Erogante situato in Italia;
  • Contratto denominato in Euro;
  • Età alla sottoscrizione compresa tra 18 e 70 anni.

L’assicurazione può essere sottoscritta da chiunque fermo restando le esclusioni previste dal contratto che possono limitare la validità delle garanzie in caso di svolgimento di attività professionali o la pratica di sport particolarmente a rischio.

E’ possibile inoltre assicurarsi anche in presenza di patologie pregresse o tutt’ora in corso, fermo restando l’espletamento di tutti gli esami e le formalità mediche richieste dalla Compagnia e le coperture saranno valide solo dopo che quest’ultima avrà espresso parere positivo.

Come scegliere l'assicurazione sul mutuo giusta per te

Scelta libera

La prima cosa da sapere è che non sei obbligato a prendere l'assicurazione del mutuo dalla banca erogante. Infatti molto spesso le soluzioni alternative offerte dagli Intermediari specializzati (broker) risulteranno più convenienti rispetto alla copertura proposta dall’Ente Erogante.

La maggior parte degli Enti Eroganti propongono infatti polizze che prevedono un premio uguale per tutti, senza distinzione di età e abitudini di vita. La determinazione di questi premi viene fatta prendendo un campione di popolazione eterogeneo e ricavando un tasso medio di assicurazione “mutualizzando” il rischio tra tutti gli assicurati. Devi sapere che se sei giovane, godi di buona salute e hai uno stile di vita sano (non fumatore) puoi ottenere molto facilmente un premio notevolmente più basso rispetto a quelli offerti da Intermediari che offrono una polizza con tasso uguale per tutti.

Considerazioni importanti da valutare

Attivare un mutuo è forse uno dei passi più importanti che si compiono nella vita e quindi vale la pena investire un po' di tempo per capire come arrivare a prendere la miglior decisione possibile a riguardo. I punti fondamentali da valutare sono riportati qui sotto. Un elenco più approfondito su tutte le considerazioni da fare si trova su "come scegliere l'assicurazione sul mutuo".

1) Innanzitutto occorre controllare le GARANZIE ACCORDATE e capire in quali si rientra per non avere poi brutte sorprese nel momento dell'indennizzo. Ad esempio, vale la pena assicurarsi (piuttosto che darlo per scontato) di avere diritto all'indennizzo sia per Inabilità Temporanea Totale, Ricovero Ospedaliero e per Perdita d’Impiego in caso di una polizza CPI oppure accertarsi del tipo di garanzia a cui si ha diritto in funzione della propria condizione lavorativa.

2) Controllare se le GARANZIE accordate sono IRREVOCABILI o invece possono essere modificate nel corso degli anni, in base a esigenze di vita mutate.

3) Verificare che la DURATA delle GARANZIE ACCESSORIE copra tutta la durata del contratto e non solo i primi 5-10 anni.

4) In caso di problemi cosa vuoi che riconosca la tua assicurazione? Vuoi che venga estinto l’intero debito residuo vantato dall’Ente Erogante o vuoi assicurarti solo in parte (es. 50% per ognuno dei cointestatari). Anche questa è una scelta che dovrai fare in fase di assicurazione, non tutte le Banche sono in grado di proporre assicurazioni che coprano il 100% del debito residuo per ognuno dei cointestatari.

Per un elenco completo di tutti i punti da valutare, consultare "Come scegliere la propria assicurazione sul mutuo".

Dove posso fare l'assicurazione del mutuo?

Sono obbligato fare l'assicurazione sul mutuo con la mia banca erogante?

Anche se al momento della sottoscrizione di una richiesta di finanziamento è molto probabile che la tua banca proponga un’assicurazione sulla vita, mutuo o altro, in realtà NON è obbligatorio, e hai libera scelta di fare l'assicurazione sul mutuo con la Compagnia che preferisci.

Dal 3 maggio 2012, il Regolamento 40 ISVAP ha stabilito che coloro che richiedono un finanziamento, hanno facoltà di decidere liberamente la propria polizza assicurativa tra quelle presenti sul mercato. E’ quindi possibile, e raccomandato, informarsi sulle altre proposte presenti sul mercato. L’importante è rispettare le coperture che richiede la banca.

E' più conveniente fare l'assicurazione del mutuo dalla banca erogante o broker specializzati?

Molto spesso le soluzioni alternative offerte dagli Intermediari specializzati (broker) risulteranno più convenienti rispetto alla copertura proposta dall’Ente Erogante.

Se vuoi stare sul sicuro, ecco alcune ottimi consigli su come scegliere un'assicurazione sul mutuo.

Come posso trovare assicurazioni sul mutuo alternative alla proposta della mia banca?

Le offerte di assicurazioni alternative a quelle proposte a copertura del finanziamento sono per definizione proposte da intermediari o consulenti esterni alla banca. Questi intermediari e consulenti possono far parte delle Compagnie di assicurazione (agenzie) o, di solito, sono broker assicurativi. Sono presenti in tutte le città e in tutte le regioni.

Online è possibile individuarli e recuperare le informazioni per contattarli oppure andando direttamente sul sito dell’IVASS, è possibile consultare l’elenco delle Compagnie abilitate a distribuire questi prodotti ed effettuare dei preventivi online.

Come posso fare una comparazione tra due assicurazioni?

Il Regolamento ISVAP n° 40 del mese di maggio 2012 ha regolamentato anche questi aspetti e per consentire di effettuare una comparazione più semplice e rapida delle varie offerte proposte dal mercato, ha creato un modulo standardizzato a cui tutte le Compagnie devono attenersi.

Direttamente dal sito dell’IVASS è possibile accedere all’elenco di tutte le Compagnie abilitate a distribuire polizze a copertura di mutui e finanziamenti in genere. In corrispondenza del nome di ogni Compagnia sarà disponibile il link del relativo sito ufficiale attraverso il quale sarà possibile ottenere un preventivo e poterlo così confrontare tra le varie offerte.

Come aprire un'assicurazione sul mutuo

Come sottoscrivere un'assicurazione sul mutuo

Per essere sicuri che tutto vada bene, è importante fare molta attenzione e assicurarsi che il tempo a disposizione e i passi da seguire, in relazione al finanziamento richiesto, vadano in parallelo. E’ importante sapere cosa aspettarsi, per questo motivo qui di seguito sono riportati i passi da seguire e le formalità a cui bisogna sottoporsi:

Informazioni e documenti necessari per effetturare un preventivo

Per ricevere un preventivo corretto dall’Intermediario, dovrai fornire alcune informazioni:

  • informazioni relative alla tua persona : data di nascita, professione, stato di salute (fumatore o no, sport, soggiorni esteri in paesi extra UE, USA, Canada)
  • informazioni relative al finanziamento : tipologia, importo, durata e tasso di ammortamento
  • le garanzie minime richieste dall’Ente Erogante

Quanto più le informazioni saranno accurate e realistiche, più esatto sarà il premio proposto dalla Compagnia.

La proposta di assicurazione

Questo documento contiene le informazioni fondamentali per l’attivazione della tua assicurazione.

Queste informazioni si riferiscono all’Assicurato, al Contraente (se diverso dall’Assicurato), alle caratteristiche del prestito, alla scelta delle garanzie e la data della loro decorrenza, ai dati del beneficiario, alla tipologia di premio e infine all’autorizzazione all’addebito in conto dei premi successivi al primo (SDD CORE - ex RID).

Questionari ed esami medici

Dovrai compilare un questionario sanitario che potrà variare a seconda dell’età dell’Assicurato e del capitale che si intende assicurare.

E’ importante inserire correttamente tutte le informazioni al fine di ottimizzare tutta la procedura.

Nei casi di età avanzata, condizioni di salute aggravate e capitali elevati, è probabile che vengano richiesti degli esami medici aggiuntivi. Tutti questi elementi permetteranno alla Compagnia di valutare il rischio da assicurare. Sulla base delle risposte fornite nel questionario sanitario, la Compagnia potrà richiedere delle informazioni aggiuntive per calibrare al meglio il rischio e determinare dunque il premio corretto e su misura per ogni assicurato.

Questionari supplementari

Nei casi in cui la tua professione abbia bisogno di approfondimenti oppure viaggi spesso all’estero in paesi extra UE, USA e Canada, oppure pratichi uno sport rischioso, ti verrà consegnato un questionario specifico.

Da sapere:

E' fondamentale compilare i questionari con precisione. In caso di informazioni errate o mancanti, i tempi per l’emissione della polizza potrebbero slittare con possibili ripercussioni anche sull’erogazione del Finanziamento.

Attenti alle esclusioni

Alcune Compagnie non richiedono informazioni approfondite circa lo stato di salute, l’attività professionale, l’attività sportiva e i soggiorni in paesi esteri in quanto le tipologie di rischio più elevate vengono escluse dal contratto e quindi è inutile ricorrere ad approfondimenti. Fai molta attenzione a valutare questo aspetto leggendo attentamente le Condizioni Generali di Assicurazione e quali sono i rischi esclusi.

Condizioni del contratto

Più o meno quanto costa l’assicurazione sul mutuo?

L’assicurazione sul mutuo ha un costo che è variabile in funzione di alcuni fattori come l’età alla sottoscrizione, la durata della copertura, il capitale assicurato, le garanzie prescelte, le abitudini di vita (fumatore/non fumatore), ecc… Non risulta pertanto possibile definire anticipatamente il costo dell’assicurazione in quanto ogni preventivo è calcolato su misura per ogni cliente. La quantificazione del costo e quindi l’assunzione del rischio da parte della Compagnia viene fatta al momento della sottoscrizione. Quello che devi sapere è che il premio aumenta progressivamente all’aumentare dell’età alla sottoscrizione e della conseguente età a scadenza, al peggioramento delle condizioni di salute e delle abitudini di vita.

Come avviene il pagamento – è all'interno della rata mutuo?

In caso di sottoscrizione della polizza assicurativa proposta dall’Ente Erogante è molto probabile che il costo della polizza venga inserito all’interno della rata del mutuo. Devi sapere che, anche se apparentemente il pagamento risulta dilazionato nel tempo, in questa eventualità l’assicurazione viene anch’essa finanziata con conseguente pagamento di interessi anche sulla copertura assicurativa. In caso di sottoscrizione della polizza tramite Compagnia scelta autonomamente, il premio dovrà essere pagato separatamente e non potrà essere incluso all’interno della rata del mutuo.

C’è una prestito massimo su cui posso assicurare il mutuo?

Alcune assicurazioni prevedono dei massimali limitati. Se sei titolare di un mutuo di importo elevato, accertati che i massimali della polizza proposta dalla Banca siano coerenti con la tua esposizione finanziaria. Esistono sul mercato Compagnie che possono assicurare mutui di qualsiasi importo e senza limitazioni di capitale.

Cosa succede in caso di surroga del mutuo?

In caso di surroga del mutuo, se hai sottoscritto la polizza proposta dall’Ente Erogante, la copertura decade automaticamente all’estinzione del mutuo. Se vorrai continuare a usufruire delle coperture assicurative, dovrai pertanto sottoscrivere una nuova polizza assicurativa. E‘ importante considerare che nel corso della vita, le condizioni di assicurabilità (stato di salute) esistenti al momento della sottoscrizione del mutuo potrebbero essere cambiate in fase surroga con possibilità, nei casi più gravi, di rifiuto di assunzione del rischio da parte della Compagnia di assicurazione in fase di nuova adesione a seguito di surroga. E’ pertanto importante considerare questo aspetto in fase di scelta dell’assicurazione optando per una Compagnia che sia in grado di mantenere le coperture attive anche a seguito di surroga senza che le garanzie decadano automaticamente.

Posso fare cambiamenti alla polizza in corso?

La maggior parte delle polizze presenti sul mercato non prevede la possibilità di cambiamenti. E’ importante considerare questo aspetto quando si sceglie un’assicurazione sul mutuo. Il mutuo è l’impegno di una vita e le esigenze possono cambiare nel corso degli anni. Avere la possibilità di modificare le garanzie in corso di contratto (in aggiunta o in diminuzione) o la possibilità di gestire il capitale assicurato a seguito di estinzioni parziali anticipate o rinegoziazioni, è un fattore importante da tenere in considerazione per essere certi di avere delle garanzie sempre in linea con le proprie esigenze.

Posso cambiare intestazione, cointestare o trasferire la polizza?

Anche in questo caso è necessario fare una distinzione tra le polizze offerte dalla Banca e quelle reperibili sul mercato. La maggior parte delle polizze offerte dagli Enti Eroganti non prevedono la possibilità di cedere la Contraenza. Esistono tuttavia polizze che prevedono la possibilità di cambiare intestazione (cambio di contraente) così come di sottoscrizione da parte di persone giuridiche.

Posso combinare la polizza con un'altra che ho su una seconda casa?

L’assicurazione sul mutuo, nasce per definizione per assicurare un finanziamento. Nel caso in cui fossero stati sottoscritti più mutui o diversi finanziamenti (es. mutuo, finanziamento per mobili e finanziamento per la macchina), è possibile assicurarli tutti con un’unica polizza. Nel caso ci fosse questa necessità, è necessario accertarsi che l’assicurazione proposta sia in grado di gestire questa casistica prima della sottoscrizione.

Se devo rivedere il mutuo causa lavori di ristrutturazione casa, la polizza mi coprirà un mutuo più alto?

La maggior parte delle polizze presenti sul mercato non prevede la possibilità di rinegoziazione dell’importo assicurato in corso di contratto. E’ importante valutare anche questa opzione in fase di scelta della propria assicurazione del mutuo per essere certi di avere sempre una polizza in linea con le proprie esigenze.

Cosa accade se si cambia banca in presenza di un’assicurazione mutuo?

La quasi totalità delle polizze CPI proposte direttamente dalla Banca sono legate strettamente al finanziamento concesso dallo stesso Ente Erogante. In caso di Surroga questa tipologia di polizze non può essere trasferita al nuovo Finanziamento del nuovo Ente Erogante e pertanto la polizza decade automaticamente con restituzione della parte di premio non goduta. Al momento della surroga è da tenere in considerazione la possibilità che l’Assicurato si troverà con un profilo di rischio variato (età più avanzata) e certamente peggiorativo rispetto alla prima volta che ha contratto il Finanziamento con conseguenti impatti negativi sul premio da pagare. Sul mercato sono disponibili polizze (individuali) in grado di adeguarsi ai cambiamenti di questo tipo. Questa caratteristica è da tenere in considerazione nel momento in cui si sceglie la propria assicurazione.

E’ importante accertarsi che la propria assicurazione si adatti al nuovo piano di rimborso senza che ci siano interruzioni di garanzie. In caso di surroga bisognerà comunicare alla Compagnia gli estremi del nuovo Ente Erogante e trasmettere il nuovo piano di ammortamento in modo che possa essere adeguato il premio tramite rimborso della parte di premio non goduto o integrazione, in caso di scelta di pagamento con premio unico anticipato, o ricalcolo delle nuove rate, in caso di scelta di premio periodico.

Cosa accade se va in liquidazione l’ente assicurativo?

L’assicurato può sempre dormire sonni tranquilli in quanto la normativa impone che gli attivi a copertura delle riserve tecniche debbano essere sufficienti a garantire gli impegni presi con i clienti e vadano a costituire un patrimonio riservato agli assicurati, non aggredibile da alcun creditore. Inoltre, le Compagnie di assicurazione devono disporre di un patrimonio libero, superiore al minimo margine di solvibilità, a ulteriore garanzia degli impegni presi e, qualora tale patrimonio dovesse scendere al di sotto di un certo livello, l' Authority di settore richiederebbe interventi per ristabilire una situazione di assoluta solvibilità. Il rimborso integrale del capitale è sempre garantito.

Dove mi copre la polizza (al lavoro/ all'estero / a casa / in viaggio?)

L’assicurazione copre tutti gli eventi della vita (infortunio o malattia) ed è operante in tutto il Mondo. Ovviamente esistono delle esclusioni che è sempre importante conoscere prima della sottoscrizione.

Le garanzie sono prestate a condizione che, al momento della sottoscrizione, l’assicurato non abbia fornito dichiarazioni false o reticenti relativamente a circostanze o condizioni che avrebbero influito sulla valutazione del rischio da parte della Compagnia. Per essere assicurati è dunque fondamentale fornire TUTTE le informazioni utili all’assicuratore per quantificare il rischio che una volta assunto dalla Compagnia diventa vincolante.

Reclami

I clienti non soddisfatti dei servizi ricevuti, possono comunicare i loro reclami riguardanti il rapporto contrattuale o la gestione dei sinistri scrivendo alla Compagnia ed avendo cura di indicare i seguenti dati:

  • nome, cognome, indirizzo completo e recapito telefonico dell'esponente;
  • numero della polizza e nominativo del contraente;
  • numero e data del sinistro al quale si fa riferimento;
  • indicazione del soggetto o dei soggetti di cui si lamenta l’operato;
  • breve descrizione del motivo di lamentela;
  • ogni altra indicazione e documento utile per descrivere le circostanze .

E’ cura della Compagnia comunicare gli esiti del reclamo entro il termine di 45 giorni dalla data di ricevimento dello stesso. Qualora poi l’esponente non si ritenga soddisfatto dell'esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro nel termine massimo di 45 giorni, potrà rivolgersi all'IVASS, Servizio Tutela degli Utenti, Via del Quirinale, 21, 00187 Roma (fax 06.42.133.745 oppure 06.42.133.353) avendo cura di indicare i seguenti dati:

  • nome, cognome ed indirizzo dell’esponente, con eventuale recapito telefonico;
  • indicazione del soggetto o dei soggetti di cui si lamenta l’operato;
  • breve descrizione del motivo di lamentela;
  • copia del reclamo presentato all’impresa di assicurazione e dell’eventuale riscontro fornito dalla stessa;
  • ogni documento utile per descrivere le circostanze.

Eventuali reclami non relativi al rapporto contrattuale o alla gestione dei sinistri, ma relativi alla mancata osservanza di altre disposizioni del Codice delle assicurazioni, delle relative norme di attuazione, nonché delle norme sulla commercializzazione a distanza dei prodotti assicurativi, possono essere presentati direttamente all’IVASS secondo le modalità sopra indicate.

In relazione alle controversie inerenti la quantificazione dei danni e l'attribuzione della responsabilità che implichi un accertamento del fatto, Le ricordiamo che permane la competenza esclusiva dell'Autorità Giudiziaria, oltre alla facoltà di ricorrere a sistemi conciliativi ove esistenti.

Come vengono pagati i Sinistri e quanto devo aspettare prima di chiedere rimborso?

I Sinistri devono essere denunciati tempestivamente per iscritto a mezzo raccomandata A.R. alla Compagnia e comunque non oltre il termine di 30 giorni dal verificarsi del Sinistro.

Per le Coperture che applicano un periodo di Franchigia, il calcolo del periodo di Franchigia decorrerà dalla data di ricezione della denuncia di Sinistro da parte della Compagnia.

L’Assicurato o gli aventi diritto dovranno consegnare alla Compagnia tutta la documentazione richiesta da quest’ultima, necessaria e sufficiente a verificare il diritto all’Indennizzo. In ogni caso, la Compagnia si riserva il diritto di richiedere tutti gli accertamenti medici o la documentazione necessaria per una corretta valutazione del Sinistro nonché copia del piano di ammortamento con indicazione del debito residuo. L’Assicurato o i suoi aventi diritto devono sciogliere da qualsiasi obbligo di riservatezza i medici curanti e consentire le indagini e gli accertamenti eventualmente necessari da effettuarsi anche ad opera di consulenti medici di fiducia della Compagnia.

Al ricevimento della documentazione completa, la Compagnia ha tempo 30 giorni per il pagamento dell’Indennizzo.

Per quanto tempo la Compagnia pagherà le rate di mutuo in caso di Perdita d’Impiego/Inabilità Totale Temporanea/Ricovero Ospedaliero?

Al verificarsi dell’evento assicurato la Compagnia riconosce un indennizzo mensile pari all’importo della rata del mutuo che può avere una durata massima di pagamento di:

  • 12 mensilità per le garanzie Inabilità Temporanea Totale e Ricovero Ospedaliero;
  • 6 mensilità per la garanzia Perdita d’Impiego.

Ognuna di queste garanzie può essere riconosciuta per un massimo di 3 volte per l’intera durata contrattuale.

Per quanto tempo mi ripagherà la polizza e quanto devo aspettare prima di chiedere rimborso?

I sinistri devono essere comunicati tempestivamente alla Compagnia entro 30 giorni dal verificarsi dell’evento assicurato. In particolare per le coperture relative al ramo danni, essendo previsto un periodo di franchigia, il conteggio decorre dalla data di ricevimento della denuncia di sinistro da parte della Compagnia. Ne consegue che, in caso di comunicazione oltre i 30 giorni dalla data dell’evento, l’assicurato potrebbe ricevere un indennizzo calcolato solo dalla data di denuncia del sinistro.

Per quanto tempo pagherà la polizza?

Il rimborso varia a seconda della garanzia oggetto della copertura come segue:

Coperture ramo vita:

Decesso / Invalidità Totale Permanente: la Compagnia liquida ai beneficiari il credito residuo vantato dall’Istituto di Credito in relazione al finanziamento assicurato.

Coperture ramo danni:

Inabilità Temporanea Totale / Ricovero Ospedaliero : la Compagnia liquida all’assicurato, l’importo della rata di finanziamento dovuta alla Banca nel periodo d’inabilità al lavoro/ricovero ospedaliero. La rata sarà rimborsata per un massimo di 12 mensilità per ogni sinistro e per massimo 3 sinistri durante la validità del contratto.

Perdita d’Impiego : la Compagnia liquida all’assicurato, l’importo della rata di finanziamento dovuta alla Banca nel periodo di disoccupazione. La rata sarà rimborsata per un massimo di 6 mensilità per ogni sinistro e per massimo 3 sinistri durante la validità del contratto.

Quanto sarà il mio premio?

Non risulta possibile definire anticipatamente il costo dell’assicurazione in quanto ogni preventivo è calcolato su misura per ogni cliente. La quantificazione del costo viene fatta al momento della sottoscrizione. Quello che devi sapere è che il premio aumenta progressivamente all’aumentare dell’età alla sottoscrizione e della conseguente età a scadenza, al peggioramento delle condizioni di salute e delle abitudini di vita.

Come viene calcolato il mio premio d’assicurazione?

Al momento dell’elaborazione del vostro preventivo personalizzato presso la banca o il consulente assicurativo, entrano in gioco molteplici criteri per definire la tua tariffa:

Il tuo profilo assicurativo con una polizza individuale:
  • La tua età: più si è giovani e più saranno vantaggiose le tariffe sulle garanzie legate alla vita umana (Decesso e Invalidità Totale Permanente).
  • Il tuo dossier sanitario : ti sarà consegnato un questionario medico e le informazioni che si evinceranno, così come la « storia clinica » e la tua situazione di fumatore/non fumatore, influenzeranno la tariffa che ti verrà applicata.
  • La tua professione : se eserciti una professione che ti espone a rischi particolari, la tariffa verrà adattata.
  • Gli sport che pratichi così come nei casi in cui si viaggia spesso all’estero per lavoro potrebbero portare all’applicazione di una maggiorazione alla tariffa nel caso in cui il rischio preso in esame risulti più elevato rispetto alla norma.
Il tuo Finanziamento :
  • Importo Erogato
  • Durata
  • Tasso di ammortamento
  • Tipologia di Finanziamento
Il pacchetto di garanzie scelto.

Come viene versato il premio da un'assicurazione mutuo

Generalmente, il premio di assicurazione è di tipo unico ma può anche essere di tipo periodico, distribuito su tutta la durata del Finanziamento (con grande vantaggio per l’assicurato). Tuttavia, questo premio può essere distribuito su tutta la durata in 2 modi differenti:

  1. In maniera costante ogni anno. I premi sono uguali per tutta la durata del finanziamento.
  2. Oppure variabile ovvero con il premio che cambia in funzione dell’età e del capitale restante dovuto dall’Assicurato.

E’ quindi importante che l’assicurato, al di là del costo totale dell’assicurazione espresso in Euro o in percentuale, analizzi il piano dei versamenti dei premi per accertarsi che corrisponda alle sue attese.

Domande frequenti sull'Assicurazione del mutuo

Domande frequenti sull'Assicurazione del mutuo

Posso sottoscrivere l'assicurazione del mutuo se ho un finanziamento in corso?

Tutti i contratti d’assicurazione, collettivi o individuali che siano, sono regolamentati dalle Condizioni Generali. E’ consigliabile dunque controllare nelle Condizioni Generali di ogni contratto per vedere cosa prevedono. Con Afi Esca questo è possibile.

Da quando bisogna far decorrere l’assicurazione?

L’attivazione dell’assicurazione è definita dalla data di decorrenza che deve essere precisata sul contratto. Questa data è quella dalla quale decorrono i pagamenti dei premi. E’ consigliato che la data di decorrenza coincida con la data di erogazione dei fondi da parte dell’Ente Erogante. In ogni caso, il consulente assicurativo potrà fornirti tutta l’assistenza che ti occorre nel definire la data corretta.

La data di decorrenza può essere modificata fino al momento dell’emissione del contratto definitivo.

Come posso estinguere l'assicurazione del mutuo?

Se hai effettuato l’estinzione totale anticipata del prestito comunicalo alla Compagnia, in tal modo eviterai che ti vengano prelevati i premi alle scadenze successive. E’ tua facoltà comunque mantenere le coperture attive fino alla naturale scadenza. Puoi estinguere la tua polizza secondo quanto previsto dalle CGA, di norma entro i primi 30 giorni dalla firma.

Con Afi Esca l’estinzione è possibile in qualsiasi momento della vita del contratto.

Posso fare la polizza anche per la mia azienda?

La maggior parte delle polizze a copertura del mutuo o del finanziamento proposte dalle Banche non prevede la possibilità di contraenza da parte di persone giuridiche. Esistono polizze sul mercato che offrono la possibilità di essere sottoscritte anche da aziende, con possibilità di usufruire dei benefici fiscali sui premi pagati ogni anno.

https://assicurareilmutuo.it/guida-all-assicurazione-sul-mutuo